giovedì 20 marzo 2014

"CONCERTO - IL VIAGGIO DI DANTE NEL MELODRAMMA" - 2010

- Concerto, Il viaggio di Dante nel Melodramma -

Spettacolo di Alessandro Tampieri

Brani tratti dall’opera del Sommo Poeta recitati ed intercalati dall’ esecuzione di Arie d’ Opera e Composizioni Vocali da Camera

 

Circolo Culturale Lirico.  Bologna

*Oratorio di San Filippo Neri. Bologna

Marzo 2010

*Dicembre 2010 

 

Soprano: SCILLA CRISTIANO
Tenore: Paolo Bartolucci
Baritono: Maurizio Leoni
Attore: Alessandro Tampieri
Pianoforte: Renata Nemola
Presenta: Francesca Frascari


Dante all’Opera, Il viaggio di Dante nel Melodramma
La parola di Dante e il repertorio dell’opera lirica rappresentano in tutto il mondo l’eccellenza della produzione italiana. Un patrimonio artistico che nelle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia diventa ancora più attuale e prezioso. A testimonianza di come il nostro paese dalla tradizione politica relativamente giovane, affondi le proprie radici in un tesoro storico e culturale d’immensa portata.
Un omaggio a Dante Alighieri, non solo come uno dei padri della nostra lingua e letteratura, ma come un’inestinguibile fonte d’ispirazione che nei secoli ha alimentato indistintamente tutte le forme d’arte. Da qui l’idea di un viaggio che dal cuore della poesia arrivi ai capolavori della musica, per esplorare come il melodramma abbia attinto alle pagine del sommo poeta, rielaborandone linguaggi e contenuti.
La prima parte del programma ripercorre il legame tra i più celebri protagonisti della Divina Commedia e quelli dell’opera lirica, portando in scena personaggi che si misurano con la teatralità e la forza della parola epica. Il tragico amore fra Paolo e Francesca riecheggia nel trepido ardore di Giulietta e nel vergognoso pianto dell’Edgar pucciniano, la sete di conoscenza guida insieme il viaggio di Ulisse e quello di Vasco De Gama. La dolorosa vicenda del Conte Ugolino rivive nella morte dei figli di Macduff e nel tradimento politico di Rodrigo. Così come l’ultima preghiera di Desdemona si unisce alle parole che San Bernardo rivolge alla Vergine.
La seconda parte è invece dedicata alla poesia lirica che nata con lo Stilnovo è giunta fino ai nostri giorni. Perciò lo spunto di alternare i sonetti della Vita Nova e delle Rime alle arie da camera di autori del periodo tardo-romantico quali Brogi, Tosti, Catalani, Arditi, Gastaldon, che fanno dell’amore il protagonista assoluto. Dall’emozione del primo incontro alla perdita della donna amata, ne vengono descritti i diversi momenti e stati d’animo, con un percorso per così dire a parabola. Volutamente costruito a recital, gli interpreti si passano la parola da un leggio all’altro, come se versi e musica altro non fossero che gli elementi di un’unica dichiarazione d’amore.
In alto da dx il soprano Scilla Cristiano, il tenore Paolo Bartolucci,
la pianista Renata Nemola, l’attore e regista Alessandro Tampieri e 
il baritono Maurizio Leoni.







Nessun commento:

Posta un commento